Veicoli abbandonati e distrutti. Non è qualcosa di speciale? Quando vediamo un veicolo intatto, possiamo più o meno capire la sua storia. Se è scolorito e pieno di polvere, lo immaginiamo in lotta per i deserti del Nord Africa. Se hai i cingoli pieni di fango, possiamo immaginare che abbia combattuto su una strada sperduta durante la primavera in Russia. Ma che dire di un carro armato distrutto? Qual è stato il suo problema? Perché l’equipaggio ha deciso di rinunciare al suo amico di metallo? Ogni possibilità è immaginabile! I veicoli abbandonati o distrutti lasciano molto più campo all’immaginazione. E quindi, secondo me, penso che siano speciali.

wrecked and KO vehicles

Pero, rappresentano per qué il rappresentante di un vehículo destruido? In Flames of War di Tiene mucho sentido, salvo por los objetivos (curiosamente, in un ricorso di valore, los objetivos in Flames of War è rappresentato normalmente da vehículos destruidos). Pero también Podemos rappresenta tanques dañados pero operativos (in the War todo equipo es apreciado). In ogni caso, questo è il tipo di vehículos son un Reto. Esa quello che abbiamo. Intentar simular los efectos of the metralla or de una zone quemada es mucho other complicado que aplicar simplemente and camuflaje a nuestro carro. ¡Estos efectos of sigue and patrón lógico en la mayoría de los casos! Probabilmente è il mare la sega di rame per la coda di questo tipo di veicoli speciali per me.

wrecked and KO vehicles

In questo post vorrei mostrare un paio di metodi semplici per simulare danni ai nostri veicoli. Ma prima, dobbiamo tenere presente che la plastica è il materiale più semplice da gestire e modificare. Possiamo perforarlo, piegarlo, allungarlo ecc. in un modo molto semplice. Sulla resina possiamo anche fare alcuni effetti, ma siamo molto limitati. Nel mio caso, rappresenterò uno Stug G che è stato abbandonato dal suo equipaggio. Fondamentalmente, ho intenzione di creare alcuni danni da impatto e aprire alcuni sportelli extra per dare forza al suo aspetto abbandonato.

 wrecked and KO vehicles

Per creare gli impatti sulla superfice possiamo usare una lama da modellismo. Non solo possiamo fare un buco, ma anche alcune schegge sollevate. Possiamo anche usare un trapano manuale per fare i buchi, ma non l’effetto dei trucioli. ATTENZIONE, non vogliamo bucare la corazza! Fai un buco. Il processo è molto semplice. Affondiamo la taglierina nella superficie di plastica e la ruotiamo per creare la cavità. E poi, tracciamo alcune linee che emergono dal buco (schegge). Ricorda, NON è necessario riempire TUTTO il serbatoio con gli impatti. Uno, due o tre va bene, ma di più è alquanto irreale. Certo, dipende da ciò che vogliamo rappresentare (la parte anteriore di un Tiger potrebbe averne diversi), ma non dovremmo abusare. Possiamo anche giocare con la profondità degli impatti.

wrecked and KO vehicles

parafanghi sono stati danneggiati molto facilmente a causa dell’impatto con altri veicoli o qualsiasi cosa sulla strada (o attraversando i campi…). Possiamo simulare questo effetto con una pinza, con la quale pieghiamo delicatamente il parafango. Dobbiamo evitare la parte frastagliata delle pinze per non lasciare il segno. Possiamo piegarli su o giù. L’idea è di distorcere la forma originale. Ancora una volta, non dobbiamo abusare. Possiamo includere la varietà nel nostro modello: un lato più danni di un altro, per esempio.

wrecked and KO vehicles

Alcuni portelli sono già aperti, ma altri no. Se vogliamo rappresentare che l’equipaggio è fuggito dal serbatoio, possiamo aprire alcuni sportelli extra (ogni membro dell’equipaggio userebbe il proprio portello!). Ad esempio, nel mio caso ho aperto il portello del conducente. Nei kit in plastica il processo è molto semplice. Prima di incollare i due pezzi del telaio, rimuoviamo completamente il portello con una lama e rivediamo i bordi con una lima. Successivamente, prepariamo un paio di piccoli pezzi di plastica per ricostruire il portello, ma questa volta lo apriamo (foto successiva). In base alla sua struttura, dovremo ricostruirlo in un modo o nell’altro. In effetti, è molto importante tenere d’occhio Internet o un libro per vedere come si aprono i portelli. A volte non è così intuitivo!

wrecked and KO vehicles

Infine, possiamo usare stucco per modellare e fogli di plastica per aggiungere altri dettagli. Come abbiamo visto prima, possiamo usare il foglio di plastica per ricostruire il portello aperto, ma possiamo anche usarlo per aggiungere altri elementi (ad esempio strumenti o altre parti non inclusi nel kit). E possiamo usare lo stucco per modellare non solo per aggiungere coperte o sacchetti arrotolati, ma anche per rappresentare un effetto caratteristico. Ad esempio, nel mio caso ho aggiunto una coperta allo sportello superiore. Cerca di rappresentare ciò che, a causa della fretta, l’equipaggio ha lasciato, dimenticandoselo. Possiamo persino mettere un cannoniere che non è riuscito a scappare!

wrecked and KO vehicles

wrecked and KO vehicles

Se sei interessato a veicoli abbandonati e distrutti, ti consiglio l’ultimo numero della rivista The Weathering , dedicata a questo argomento. Nelle sue pagine puoi trovare diversi modi di rappresentare gli ‘effetti distrutti’ in ambienti e veicoli molto vari (dai veicoli SGM alle barche di legno). E nelle ultime pagine ho una piccola sezione in cui spiego come simulare l’effetto bruciato su un Panther in 15mm (quello illustrato nella foto in basso).

wrecked and KO vehicles

D’altra parte, questo mese la gente di BreakingWar ha pubblicato un nuovo numero. Oltre a molte articoli, recensioni e una buona manciata di scenari per diversi giochi di guerra, puoi trovare diverse guide di pittura. Come sempre, la qualità è eccezionale. In una di queste ho preparato una guida completa per dipingere un elefante indiano della nuova gamma sui guerrieri antichi della Forged in Battle .

wrecked and KO vehicles

Special thanks to Luigi Sabino from the Modelstorming association (Villa Raspa di Spoltore, PE; Italy) for this translation into Italian.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.